News RSS



Legge francese anti-gaspillage: in Francia non si distrugge l’invenduto.

Approvata in Francia una nuova legge che abbraccia la causa dell’ecosostenibilità. La nuova normativa, concepita per lottare contro gli sprechi e a favore dell’economia circolare, è rivolta a proibire la distruzione e lo spreco dei capi di abbigliamento invenduti. La legge francese anti-gaspillage è stata approvata all’unanimità dal Senato. Dal 2022 i marchi di moda non potranno più distruggere i prodotti invenduti che, secondo il Ministero dell’Ambiente francese, valgono oltre 650 milioni di euro ogni anno. Come riportato dalla legge, l’industria francese della moda è destinata ad affrontare il divieto di distruggere gli articoli invenduti richiedendo “ai produttori, agli importatori e ai distributori, comprese le piattaforme di commercio elettronico, come Amazon, di donare i beni non alimentari invenduti, tranne quelli che...

Continue reading



San Patrignano Lab, dove si intrecciano eccellenza e saper fare.

Dopo la discussa docu-serie sul centro di recupero per tossicodipendenti distribuito da Netflix nel dicembre 2020 in 130 paesi e querelata per diffamazione dagli eredi di Vincenzo Muccioli, sono usciti i libri di Fabio Cantelli e Walter Delogu che vissero a loro volta in prima persona a stretto contatto con Vincenzo Muccioli. Ora arriva il punto di vista di Andrea Muccioli che con "Fango e risate" è pronto a raccontare i 20 anni di San Patrignano compresi tra il 1975 e il 1995. “L’avevo sempre rimandato, perché non desideravo altre polemiche su mio padre. Credo che, con tutte le vite che si è caricato sulle spalle, portandole al di là del guado che separa il pantano dell’emarginazione dalla limpidezza della dignità,...

Continue reading



Artigianalità e moda lenta: i valori cardine della moda sostenibile

Chiunque abbia un interesse per la moda, non importa quanto remoto, ha familiarità con l'etichetta "fatto a mano". Questa familiarità aumenta se fai parte della comunità della moda sostenibile perché in questo cerchio questa etichetta rappresenta più di un semplice prezzo più alto. “Fatto a mano” è sinonimo di cura, durata e impegno per l'ambiente. Come suggerisce il nome, gli "articoli fatti a mano" sono prodotti realizzati o creati manualmente. A differenza della produzione di massa che è ampiamente sfornata dalle macchine, gli oggetti fatti a mano sono i prodotti dell'artigianato; l'arte di lavorare lentamente e deliberatamente con le proprie mani. Quando si tratta di moda, lavorare nel modo descritto (lentamente, deliberatamente e personalmente) non fa bene solo a te,...

Continue reading



La rivoluzione dell'Upcycling.

La sostenibilità e l'economia circoalre contrapposte al vecchio modello di economia lineare, in risposta alle nuove esigenze dei consumatori sempre più attenti alla salvaguardia delle risorse naturali, hanno dato un forte impulso ad una nuova tendenza: l’Upcycling. È ormai assodato che l'upcycling sia una delle risposte importanti che la moda possa dare alla necessità di scegliere la via della sostenibilità; il recupero creativo di materiali di qualsiasi tipo, di tessuti o di capi provenienti da rimanenze e stock può diventare punto di partenza per nuovi capi e nuove creazioni. Ma la pratica dell’upcyclicing è più che un semplice gesto creativo; è un vero e proprio gesto rivoluzionario della moda. Attraverso la reinterpretazione dei capi, si scompone il significato simbolico dei capi stessi....

Continue reading



Bangladesh, Accordo prorogato di tre mesi.

Il Bangladesh on Fire and Building Safety Accord è stato prorogato di altri tre mesi. L'accordo doveva scadere a maggio, quando sarebbe stato sostituito da un nuovo organismo, sostenuto dal governo del Bangladesh, chiamato Readymade Sustainability Council (RSC). Ma i sindacati e le ONG hanno avvertito che RSC non è pronta a subentrare, citando la preoccupazione che non implementerà gli stessi obblighi legalmente vincolanti per i singoli marchi che erano presenti nell'accordo del Bangladesh. UNI Global Union, IndustriALL Global Union e un comitato negoziale che rappresenta gli oltre 200 leader firmatari della moda hanno annunciato di aver concordato un'estensione di tre mesi degli impegni dell'Accordo di transizione del 2018 per consentire il proseguimento dei negoziati. Christy Hoffman, segretario generale dell'UNI,...

Continue reading