News — moda etica RSS



Come creare un impatto positivo con materiali naturali.

Gli esperti di sostenibilità chiedono all'industria della moda di andare oltre la mitigazione dei danni creati e generare invece un impatto positivo. Paillettes senza plastica che derivano dai rifiuti alimentari, alternative alla pelle che ripristinano la biodiversità: i progettisti di materiali sostenibili stanno aumentando il loro impegno verso nuovi modi per creare un impatto positivo. I marchi possono svolgere un ruolo importante in questa direzione: "Si tratta di prosperare, non solo di sopravvivere", afferma Seetal Solanki, fondatore dello studio di design londinese Ma-tt-er e autore del libro del 2018, Why Materials Matter. L'impatto positivo presenta sfide su più fronti, afferma Adele Orcajada, co-fondatrice di Material Driven, una biblioteca di materiali e agenzia di consulenza con sede tra Londra e Dallas....

Continue reading



La magia sostenibile di riparare, rattoppare e rammendare i tuoi capi.

Perché dire addio al tuo capo di abbigliamento preferito solo a causa di una cerniera rotta, un orlo scucito o un buco aperto? Vuoi risparmiare denaro e contribuire a preservare il pianeta in modo sostenibile? Impara a riparare i tuoi vestiti attraverso l’arte del cucito e del rammendo. La riparazione degli indumenti è un atto parsimonioso, creativo e persino radicale in un'era di produzione di massa di capi in serie e grottesche commercializzazioni. Non solo è uno strumento potente per prolungare la vita degli indumenti e mantenere i rifiuti tessili fuori dalle discariche, ma è anche un modo accessibile per partecipare alla moda sostenibile senza dover acquistare nulla di nuovo. L'antica arte di riparare non richiede altro che ago, filo...

Continue reading



La moda etica e l’appropriazione culturale: qual è la storia dietro i miei vestiti?

Come membri della comunità della moda consapevole, non possiamo esimerci dal porci alcune domande imprescindibili dal concetto di moda etica e sostenibile. Se stiamo davvero cercando di essere ‘consumatori consapevoli’, dobbiamo iniziare a considerare che le etichette sui nostri vestiti non siano sufficienti per garantirci una filiera etica. È davvero importante se il ‘kimono’ di un marchio è stato realizzato con materiali sostenibili se poi lo stesso brand sta chiaramente abusando del nome di un capo di abbigliamento di una cultura che non gli appartiene? Oltre a chiederci 'Chi ha fatto i miei vestiti?' dovremmo domandarci 'Qual è la storia dietro i miei vestiti?' e ‘Quali tipi di vestiti sono adatti per il mio corpo alla luce di un contesto...

Continue reading



3D: cambiare il mondo, un capo alla volta.

L'economia circolare, i progressi della tecnologia tessile e una nuova generazione di designer cambieranno l'impatto ambientale della moda? Vivere nel Covid-19 ci ha fatto concentrare su ciò che conta davvero, e molti attori nel mondo della moda hanno classificano il pianeta in cima a questa lista. Sia il settore della moda che quello del lusso hanno sofferto finanziariamente durante la pandemia, con vendite in calo fino al 30-40% a livello globale secondo Forbes. Pre-pandemia, la sovrapproduzione era già diventata un problema per il settore, con i blocchi che offrivano una potenziale opportunità di ripristino. Le crepe avevano già iniziato a manifestarsi nei modelli all'ingrosso e stagionali, con l'offerta che supera la domanda, portando a sprechi piuttosto che a profitto. Gli stimati...

Continue reading



Vuoi rendere il tuo stile di vita più sostenibile? Ripensa al ciclo di lavaggio.

Sapevi che attuare dei piccoli cambiamenti sull’abituale ciclo di lavaggio contribuisce a ridurre le emissioni di CO2? Secondo il rapporto Fashion on Climate di Mckinsey, il 21% delle emissioni di gas serra avviene durante l’utilizzo da parte del consumatore, con l'11% delle emissioni totali derivanti dal modo in cui i capi di abbigliamento vengono puliti e curati. Ciò significa che la maggior parte delle riduzioni delle emissioni nella fase di utilizzo dei capi, fino a 186 milioni di tonnellate di gas serra, può avvenire semplicemente riducendo la frequenza dei lavaggi ed eliminando l’asciugatura. Allora perché i marchi di moda non si impegnano maggiormente nel diffondere una migliore informazione circa la cura e la manutenzione dei capi? In verità, succede che...

Continue reading